lunedì 9 novembre 2009

Aspettando Btale...

"Hoè me cuffa? Hoè me cuffa? (Dov'è la mia cuffia?)" ripete Luca da giorni.
E così dopo una breve parentesi del ciuccio, scoperto a due mesi e abbandonato a otto; dopo il titti, la pezzolina colorata che tiene sempre con sè dal dicembre scorso; ora c'è una cuffia da piscina azzurra, vecchia e fuori mercato.
Da qualche giorno Luca la porta e dimentica ovunque costringendoci a cercare il suo cimelio del quale è impensabile trovare un modello identico in qualsiasi negozio.

Ieri davanti al babbo natale ballerino del supermercato c'era un bambino "gande" alto circa ottantacinque centrimetri imbacuccato nel suo piumino blu che stringeva un titti in mano e una cuffia azzurra nell'altra. Fissava incantato il suo "balla Btale (Babbo Natale che balla)".
Impossibile immaginare a cosa stesse pensando.

Caro Btale,
tra poco inizieremo a scriverti ogni giorno, cambiando l'elenco dei doni ogni volta, perchè prima di arrivare alla versione definitiva occorrerà una accurata revisione delle bozze, ma un regalo puoi iniziare a cercarlo subito: una cuffia da piscina identica a quella azzurra, se la perde sono guai!

6 commenti:

  1. ....Renata ovviamente pubblichiamo lista e foto della cuffia!
    (magari ei miei giri ne trovo una simile)
    Ma titti ero convinta l'avesse abbandonato :-)

    RispondiElimina
  2. anche noi per il Piccolo siamo legati ad oggetti feticcio che lo seguono ovunque... prima saetta mc queen, poi uno scorpione in plastica e in casa, dei guantoni da pugile...

    RispondiElimina
  3. dieu!!! non ti invidio... : ))

    RispondiElimina
  4. @Giovanna:il titti viene sempre prima di tutto!
    @Soleil: meglio la cuffia da piscina allora:-)
    @Rox: un abbraccio
    @bstevens. ma scusa tu non stai per arrivare a quota tre ??? :-)

    RispondiElimina
  5. Mio figlio Federico, per un paio d'anni ha avuto come "amica" serale una mia vecchia maglia bianca di lana morbidissima, che accarezzava mentre beveva il suo biberon di latte.
    Al grido di "mamma, biròm!", seguito da "mamma,la maia!"... e nel giro di qualche minuto era già tra le braccia di Morfeo...
    E a voi, buona scrittura di lettere natalizie!

    RispondiElimina