martedì 30 giugno 2009

Quando la trasgressione diventa regola

Mesi fa un gruppo di donne si incontrarono per una serata trasgressiva.
La serata ebbe molto successo tanto che si decise di ripeterla più spesso. Si sa i tempi delle mamme sono quasi tempi biblici ma le nostre eroine riuscirono nell'intento. Appuntamento al solito posto e alla solita ora ma il gruppo questa volta era aumentato.
C'erano ancora M. e M2., c'era C. e ovviamente io. Poi le solite assenti giustificate: B. che ha da poco sfornato un bellissimo bimbo e T. che tra poco sfornerà una bellissima bimba. E poi V., E. ed anche M3.
Le veterane mostravano una padronanza della situazione e dei sentimenti invidiabile, donne vissute che di fronte ai figli "cozza" che le hanno salutate sulla porta di casa hanno avanzato giustificazioni inconfutabili:"Mamma deve andare a lavorare ma torna presto!".
Pure le new entry si son fatte rispettare. M3 ha risposto ad una vicina di casa un po' troppo invadente e preoccupata per il figlio: "Non è un problema mio se ne occuperà il papà questa sera!"
Insomma donne disposte a tutto pur di vivere la loro trasgressione difronte ad una pizza fumante in un centro commerciale milanese. Donne che pur di sciorinare discorsi filosofico letterari comodamente sedute intorno ad un tavolo finalmente libere dai figli, avrebbero accettato anche un brodo di pollo con crostini. Donne che alla notizia della nuova maternità di M2. l'hanno abbracciata condividendo la sua gioia e hanno trascorso la serata parlando di quando sono nati i propri figli e di quanto sia difficile inziare ad essere mamma se non hai nessuno su cui contare.
Ordunque:
  • M, M2 ed M3 siete pregate di trovarvi dei soprannomi che mi sembra di prendere la metro ogni volta che rileggo il post
  • M2 un abbraccio mattutino grandissimo a te al tuo nuovo pancione
  • Un grazie sincero a 7 spendidi papà che per una sera hanno gestito tanto egregiamente le piccole pesti da farci pensare ad un prossima uscita di "soli papà e pargoli"

5 commenti:

  1. Epperò, che brave stè ragazze. Però mi permetto di suggerirvi una regola per il prossimo incontro: vietato parlare di figli e mariti. ;-)

    RispondiElimina
  2. @Babuska: permesso concesso! Ed era pure nelle nostre intenzioni ma la notizia di M2 ci ha proprio colto di sorpresa e ci siamo fatte trascinare.

    RispondiElimina
  3. Ma che bello! E bravi i papà :-)

    RispondiElimina
  4. M2 ti ringrazia dell'abbraccio e contraccambia. Prima del prossimo incontro sceglieremo degli argomenti di cui parlare che non comprendano figli e mariti (Babuska ha ragione...) Baci e buona giornata.

    P.S. Un soprannome? Boh... Ci devo pensare bene che poi mi resterà a vita !!! ;-D

    RispondiElimina
  5. bella una serata serena di chiacchiere tra amiche!
    Ogni tanto ci vuole...

    RispondiElimina