venerdì 12 giugno 2009

Michelle

All'asilo non avevi l'armadietto e nemmeno le ciabatte da riporre, hai giocato con Marco, hai corso come una pazza con lui, hai ballato incurante della immaturità di quanti vi deridevano al ritmo di un "uh, uh, uh" e sei stata così coraggiosa da salire sulla sua moto, di cadere a causa di una brusca impennata ma, medicate le ferite, gli hai letto una fiaba per farlo addormentare.
Angelo dai capelli raccolti in una bellissima coda, dagli occhi marroni e dagli occhiali arancio, abbastanza grande da portare un apparecchio ai denti che a volte depositi in una scatoletta azzurra, te ne sei andata senza aspettare il suo risveglio lasciandolo solo e in lacrime.
Hai rubato il cuore di Marco che ha parlato di te tutto il giorno allontanando persino i suoi amici Elena e Lorenzo, ti ha cercato nei vestitini rosa delle bambine incontrate al parco rimanendo deluso ogni volta che voltandosi apparivano diverse da te.
Marco mi ha chiesto di scriverti una lettera, a me che non sono mai stata brava a gestire nemmeno i miei sentimenti. Ha pensato a lungo alle parole, ripetendo in continuazione il tuo nome e poi poco prima di addormentarsi:
Ciao Michelle,
ci vediamo domani all'asilo.
Marco
.
.
Cara Michelle,
vedi di esserci oggi perchè non sono ancora pronta a gestire le angosce amorose di un bambino di tre anni e poco più.
Mamma Renata

6 commenti:

  1. ti prego, dimmi che stamattina c'era Michelle!!

    RispondiElimina
  2. No stamattina non c'era ma era troppo presto.
    Arriverà in giornata... ma anche se non arriva troverà altro :-)

    RispondiElimina
  3. @Michelle, figlia della maestra, è rimasta all'asilo per soli dieci minuti. Poi la babysitter è andata a prenderla. A 8 anni si sarebbe annoiata all'asilo. Marco le ha dato un bacino.
    E' sempre stato attratto da bambini e bambine più grandi solo che i primi difficilmente si fermano a giocare con i piccoli, le bimbe invece lo coccolano e stanno ad ascoltare le sue storie.
    Mentre scrivo mi sta chiedendo di Michelle... caso disperato questa volta!

    Hai ragione Laura.ddd il fascino non ha età ma se continua così mi ritroverò una nuora mia coetanea! :-)

    RispondiElimina
  4. un capo... quello timido14 giugno 2009 00:59

    Dicono che il primo amore non si scorda mai....
    sicuramente Marco conoscerà tante altre ragazze ma gli farà piacere, fra qualche anno, rileggere queste righe.

    RispondiElimina