giovedì 10 dicembre 2009

Deliri di una febbricitante mamma

"A mamma no bene?"
"Sì Luca non sto bene."
"A mamma male!"
"Mamma ma noi cosa facciamo adesso? Chi ci cura se tu sei ammalata?"
"Ma voi siete grandi, mi curate voi, io me ne sto sul divano tranquilla sotto la coperta e voi state qui bravi a giocare, ok?"
"E noi ti curiamo, va bene. Mamma ma sei sicura di guarire? Se muori cosa facciamo?"
"Tranquillo Marco ho solo un po' di febbre. Guarisco presto."
E' iniziata così, ieri pomeriggio al ritorno da lavoro, asilo e nido quella che dovrebbe essere una influenza stagionale: brividi di freddo e febbre alta, mal di gola e inappetenza.
Guardiamo i lati positivi:
  • ieri avevo due infermieri attenti e premurosi a mia disposizione
  • ieri Antonio ha cucinato e si è preso cura dei bambini al rientro dal lavoro
  • oggi sono sotto le lenzuola tranquilla mentre gli infermieri sono all'asilo, e non capitava da quattro anni di godermi la malattia in solitario silenzio
  • non avevo pendenze in sospeso al lavoro e la vpn funziona benissimo per le urgenze

Guardiamo i lati negativi:

  • da tre giorni sto prendendo Muscoril e Voltaren e oggi finalmente il fisioterapista avrebbe messo mani alla mia spalla, poco male è solo una spalla che lancia fitte fin sotto l'occhio e che ostacola la tranquillità tra le lenzuola
  • domani sera io e Antonio dovremmo andare a teatro a vedere Paolini. Da quattro anni, se non contiamo una pizza divorata tre anni fa, non usciamo insieme da soli
  • Sabato sera ci sarebbe la pizzata natalizia con gli amici del parco, già una volta persa a causa di malanni vari

Se la matematica non è un'opinione, quattro a tre è un buon risultato.

8 commenti:

  1. * Ammiro il tuo ottimismo.
    * Mi terrorizza quel "quattro anni che non usciamo soli" (noi siamo ancora ai primi mesi, e mi chiedevo giustappunto...)
    * Ti abbraccio forte come augurio di printa guarigione

    RispondiElimina
  2. Due infermieri che poi sono anche parrucchieri... si può chiedere di più? ;O)
    Spero ti riprenda prestissimo, soprattutto per poter goderti il teatro e l'incontro con gli amici!

    RispondiElimina
  3. Ciao, finalmente sono "tornata". Il fatto di potersi godere una mattinata di malattia da sola a casa non mi sembra male, ma, te lo devo dire, quel "quattro anni che non usciamo da soli" terrorizza anche me. Ma anche no. Un abbraccio di pronta guarigione.

    RispondiElimina
  4. lo spettacolo di paolini val bene una dose massiccia di medicine: nn perderlo!

    RispondiElimina
  5. Un capo...quello tranquillo11 dicembre 2009 00:20

    vediamo, domani sera o meglio stasera, di non fare scherzi e di essere presenti allo spettacolo. Ciao

    RispondiElimina
  6. @Ondaluna e Letizia: dobbiamo sempre dipendere da qualcuno per poter uscire da soli e quel qualcuno non è vicino. Vi dirò che non è stato un grande problema...
    @Andrea:hai visto che squadra?! Grazie e a presto.
    @Emily: vedremo di imbottirci di tachipirine...
    @Un capo...quello tranquillo: ti ho mandato un messaggio sul cell proprio ora... ma detto così, ci saremo, spero! :-)

    RispondiElimina
  7. e io te lo auguro: ma con voltaren etc. è tosta la cosa: cos'è tendinite?
    ti chiamo più tardi

    RispondiElimina